Cinefili, vespisti, viaggiatori, curiosi e amanti dell’arte e della buona cucina preparatevi: ce n’è per tutti.

Basta sbarcare sull’isola, indossare un casco e lasciarsi scarrozzare dai Vespi siciliani alla scoperta dei gioielli del barocco, tra degustazioni di prodotti tipici e visite alle location che i grandi registi scelsero per i loro film, come Divorzio all’italiana, che Pietro Germi girò proprio a Ispica.

Girovagare tra muretti a secco, uliveti e incantevoli cittadine incastonate tra i Monti Iblei e il Mediterraneo a bordo di rombanti vesponi, rigorosamente d’epoca, è senza dubbio un’esperienza straordinaria. E le proposte non mancano: dall’escursione a Noto con passeggiata nella tonnara di Marzamemi e birdwatching nell’oasi naturale di Vendicari, al suggestivo Ricotta’s Tour che, sulla strada per Portopalo di Capo Passero e Porto Ulisse, intercetta un’azienda agricola che produce il famoso formaggio e altri piatti tipici. Per gli ammiratori del celebre commissario c’è la gita Sulle vie di Montalbano che include le località di Punta Secca, Marina di Ragusa, Sampieri e Pozzallo.

Appassionati ed esperti conoscitori della propria terra, i giovani ideatori dei vespatour investono tutte le loro energie per valorizzarne l’incredibile varietà e ricchezza e recentemente hanno lanciato anche la linea di prodotti alimentari Scirocco Sicily, che seleziona con cura i migliori ingredienti locali e le ricette artigianali del ragusano.

Come è nata l’idea dei Vespi siciliani?

Prendendo in prestito una terminologia che appartiene al lessico del marketing, potremmo dire che i vespi siciliani è la brand identity della nostra associazione. L’accostamento di questi due vocaboli incarna perfettamente la mission che ci siamo preposti ossia utilizzare la Vespa, mezzo conosciuto in tutto il mondo e orgoglio del made in Italy, quale volano per la promozione e valorizzazione del nostro territorio nella sua accezione più ampia. I vespi siciliani è nato nel 2011 come denominazione del primo evento da noi organizzato, in quanto identificativo di quello che sarebbe stato il nostro modus operandi ed è poi diventato il leitmotiv di tutte le attività da noi proposte.

Cosa organizzerete in occasione del raduno regionale e nazionale che si terrà in Sicilia a giugno?

L’evento I vespi siciliani – Profumo, che si terrà il 28 giugno 2015, sarà un viaggio on the road alla scoperta delle peculiarità enogastronomiche e delle amenità paesaggistiche ed architettoniche comprese tra i territori di Ispica (RG) e Noto (SR). La prima tappa di questa esperienza sensoriale sarà Ispica, città in cui Luigi Capuana visse per un breve periodo e in cui ambientò il suo famoso romanzo “Profumo”, con i suoi edifici liberty, le chiese barocche e l’area archeologica di Cava Ispica. Il corteo di Vespe muoverà poi in direzione Noto (SR), patrimonio Unesco e perla del barocco con i suoi imponenti monumenti civili e religiosi scanditi da affreschi, mascheroni apotropaici e andamenti sinuosi tipici di quel contesto artistico culturale. È inoltre previsto un momento conviviale a base di piatti tipici del Val di Noto presso la splendida cornice di Villa Eleonora, già location di uno spot che il regista Giuseppe Tornatore ha realizzato per una nota casa di moda.

Quali sono i prossimi eventi in programma per la rassegna Ispica da Oscar?

Ispica da Oscar è un altro brand che abbiamo creato a riprova di un’attività di promozione del territorio ad ampio respiro. Ispica è infatti l’immaginaria Agramonte del film premio Oscar Divorzio all’italiana, con la regia di Pietro Germi. Partendo da questo dato, si è pensato di poter intercettare quel flusso in forte ascesa conosciuto come “cineturismo” e che in provincia di Ragusa ha avuto il suo elemento trainante nel successo della fiction Il commisario Montalbano. Abbiamo pertanto organizzato due eventi, di cui il primo più incentrato su Divorzio all’italiana e l’altro sulla figura di Pietro Germi, che hanno avuto un ottimo riscontro di critica e pubblico grazie al connubio tra cinema e territorio nonché alla presenza di ospiti importanti quali Lando Buzzanca, Franco Battiato, Paolo Buonvino e la sig.ra Marialinda Germi, solo per citarne alcuni.

Il prossimo progetto in cantiere, cui stiamo lavorando sin da ora, vedrà la luce nell’estate del 2016 e consisterà in un evento che, partendo dal film di Germi, tratterà di un genere che ha consacrato il nostro cinema e i suoi maestri in tutto il mondo: la commedia all’italiana. Riteniamo che tale rassegna, che avrà luogo proprio nella location in cui fu girato il film che rappresenta uno dei frutti più maturi di questo filone, potrà avere un forte impatto mediatico e un notevole ritorno d’immagine per la nostra città e per tutto il territorio.

 

www.ivespisiciliani.it