BEN&JERRY’S

l’unico gelato buono



…davvero con tutti!

1966: Ben Cohen e Jerry Greenfield sono due compagni di liceo con molte passioni comuni, tra cui la musica… ed il cibo. Durante una lezione di educazione fisica, fanno una scoperta che qualche anno dopo cambierà per sempre le loro esistenze e quelle di molte altre persone: correre non fa al caso loro, molto meglio mangiare!








Le loro strade si separano durante gli anni di Università, riservando però ai nostri amici ben poche soddisfazioni: Ben è reduce da esperienze lavorative poco gratificanti, Jerry non è stato ammesso per la seconda volta alla Facoltà di Medicina. I due decidono quindi di riunirsi per dare una svolta alla loro vita.

Investono i loro ultimi risparmi in un corso per corrispondenza da gelatai e nel 1978 rilevano una vecchia stazione di servizio a Burlington, Vermont: nasce la prima gelateria Ben&Jerry’s. Il segreto del loro successo? La scelta di ingredienti freschi e genuini, come la panna e il latte delle mucche del Vermont, e la capacità di “intrappolare” nella densissima crema pezzettoni di frutta, di biscotto e di cioccolato. Secondo Ben, è così che si può superare a pieni voti la temuta “prova consistenza”.

Nonostante la bravura dimostrata nel preparare gelati, Ben e Jerry non riescono a far quadrare i conti. Chiudono temporaneamente l’attività, ma non perdono il loro spirito goliardico. Scrivono infatti sulla porta del negozio: “Stiamo cercando di capire se ci stiamo guadagnando”. L’anno dopo i nostri amici tornano in pista, vendendo gelati dal furgoncino di Ben. E da quel momento, di strada ne faranno davvero tanta.

Ben e Jerry sanno bene che senza l’affetto dei loro clienti e il prezioso contributo di allevatori e coltivatori, la magia dei loro gelati non sarebbe possibile. Per questo non dimenticano mai che è importante impegnarsi per “Ridare indietro alla comunità”, ovvero ripagare coloro da cui si riceve sostegno e supporto, cercando di migliorare la qualità della vita su scala sempre più globale. E, perché no, nel modo più originale, allegro e coinvolgente possibile. Jerry, infatti, ripete sempre: “Perché farlo se non è divertente?”

Sin dalla sua nascita, infatti, Ben&Jerry’s sostiene importanti cause sociali, economiche ed ambientali senza dimenticare di condire tutto con tanto buonumore e un pizzico di sana follia: lo dimostrano tante iniziative promosse dal brand, che insieme all’alto asso di divertimento invitano ad adottare comportamenti responsabili utili al prossimo e al nostro pianeta!

Molti dei gusti di gelato Ben&Jerry’s rappresentano una buona azione compiuta dall’azienda nei confronti della società. Un esempio? I brownies del Chocolate Fudge Brownie provengono dalla Greyston Bakery di New York, azienda impegnata a reintegrare nella società civile senzatetto, disoccupati ed ex carcerati.

Questo vuol dire essere gelati buoni davvero con tutti!

Condividi questa pagina. Fai conoscere The Trip!
  • Facebook
  • Twitter

Discussion

2 comments for “l’unico gelato buono”

  1. Carina la storia….ma è pur sempre un brand di Unilever: multinazionale di beni di largo consumo, non è proprio un business a gestione familiare!

    Posted by Carlo | marzo 22, 2012, 01:36
  2. This is the second entry I read tonight. And I am on my third. Got to think which one is next. Thank you.

    Posted by septic | marzo 27, 2012, 23:22

Post a comment

Categorie


Podcast 2013

Rawmance

Newsletter

media partners

interzone gallery thetripmag.com Mondo cane radio popolare direzione_italia_partner thetripmag.com thetripmag.com

30 MARZO 2014


di Marta Saviane


di Luisa Brancaccio


cartoline ritrovate


di Angelo Calvisi


di Sveva Taverna


di Marco Cassini


a cura di Claudia Bena


di Uberto Paoletti


di Federica Araco