Caro, ti scrivo perché, persa nel mondo della letteratura americana, in crisi su cosa scegliere, come e per quale motivo, l’istinto mi ha spinto verso ciò che di più personale si incontra nell’arte della narrazione. Cosa c’è di più bello di poter umanizzare i grandi autori, di poter entrare nel loro mondo attraverso la porta principale, sbirciando tra la corrispondenza e i diari? Quelli che seguono sono appunti e lettere di alcuni degli autori classici che sicuramente ti avranno fatto innamorare con i loro romanzi o le loro avventure o con i loro profondi pensieri. Ti assicuro che questo passaggio nella loro intimità ti aiuterà a capirli, oltre che ad amarli, ancora di più. Perché non serve perdersi nella finzione, quando la realtà può essere così meravigliosa se raccontata da uomini e donne la cui sola presenza fi sica doveva emanare così tanta potenza. Mi sarebbe piaciuto stare seduta accanto a loro in contemplazione, ad ascoltare il rumore dei loro pensieri. Claudia Bena

LA SEMPLICE VERITÀ 13  
di Ralph Waldo Emerson e Henry David Thoreau

Preparatevi perché questo titolo non è casuale. Nella mia vita ho sempre ambito allo stoicismo, anche se inevitabilmente mi sono ritrovata in balia delle onde del romanticismo filosofi co. Ma mai avrei pensato di venire conquistata dal trascendentalismo americano. E invece sono arrivati Emerson e Thoreau, maestro e discepolo, che nei loro diari, abilmente uniti da Stefano Paolucci in questa edizione come se si parlassero, discorrono dell’universale nel modo più particolare possibile. Un libro coerente già dal titolo, e che parlerà proprio a voi, vi mostrerà che la verità esiste ed è una sola, assoluta, inevitabilmente semplice. È l’unica condizione che, nella sua unicità, ci libera anziché vincolarci. Dirigiti verso il sole, e la tua ombra arrancherà dietro di te.

(Thoreau) Piano B – 2012 – 18€

 

 

 

UN VU23LCANO SILENZIOSO, LA VITA
 di Emily Dickinson

Una donna che preferisce rimanere chiusa in casa per consacrarsi alla poesia e per contenere un’intensa, a tratti pericolosa, passione. Per comunicare con il mondo degli affetti sceglie la via epistolare. Scrive a suo fratello e alla moglie, alla sua più cara amica, a una sua compagna di classe e al suo amante. Leggendo questa corrispondenza, che trasuda poesia, si entra nella sua vita spiando dal buco della serratura. Nell’altra stanza c’è lei, con l’animo ardente che trova come unica via di sfogo il foglio e la penna. Il giudice Lord (il suo amante) è venuto a trovarci per qualche giorno e mi ha detto che le gioie cui aspiriamo sono proprio quelle che profaniamo nel momento in cui ce le concediamo. Vorrei tanto che non avesse ragione.

L’orma – 2013 – 5€

 

 

 

 

  VEN31TI GIORNI CON JULIAN
di Nathaniel Hawthorne Estate

1851. Nathaiel Hawthorne, autore della Lettera scarlatta, si ritrova a passare venti giorni da solo con il figlio Julian. Questo episodio così personale ha colpito particolarmente Paul Auster, che ha deciso di estrapolarlo dall’enorme produzione del diario personale dell’autore. Ogni gesto, anche il più insignificante come pettinare i morbidi boccoli del figlio, è descritto con una dolcezza e un’attenzione che possiamo definire almeno inusuale per il periodo. Posto davanti alle infantili questioni di questo ometto, ai giochi e ai dubbi, Hawthorne si ritrova a riflettere non solo sul figlio, ma su se stesso, sul ruolo della madre, sull’importanza dell’insegnamento. E si, alcune foto all’interno vi aiuteranno a immaginarvi questa strana coppia.

Adelphi – 1972 – 8€

 

 

 

 

 

UNA LADY NEL 41WEST 
di Isabella Bird

Inizia su un treno questo lungo viaggio in un’America ancora tutta da raccontare. Un’educata donna inglese si spinge alla scoperta del West inaugurando la letteratura memorialistica western femminile. Desiderosa di raggiungere le Montagne Rocciose affronta molte avversità, sfida le intemperie, il sarcasmo dei pionieri, la resistenza dei cavalli. Quello che vuole, può. Un periodo storico in cui le donne erano ancora relegate al focolare ci viene raccontato da un punto di vista completamente nuovo, uno spettacolo così suggestivo da elevare a Dio l’anima di chi lo guardava.

Edizioni di Torino -1879 – 15€