1. I treni viaggiano con l’ora di Mosca sino a Pechino: attenti ai fusi orari, o li perderete

2. Ad ogni stazione, c’è qualcuno che cercherà di fregarvi: mettetevela via (la borsa coi soldi)

3. Fate abbondanti fotocopie di documenti, specialmente i voucher dei treni

4. Russo, mongolo, cinese: se non sapete nessuna di queste tre lingue, benvenuti nel Club dei gesticolanti

5. Portatevi dietro alcune cartoline della vostra città e mostratele ai compagni di viaggio occasionali: tutti sono curiosi di vedere dove abitate

6. Freddissimo d’inverno, ma caldissimo d’estate: adeguatevi

7. Sui vagoni ristorante si mangia insalata di pomodori e cetrioli e poco altro

8. Regola non scritta: negli scompartimenti si divide tutto, dalle caramelle alla Vodka. Ovviamente, voi sarete quelli delle caramelle

9. Un sorriso risolve il 70% delle situazioni; per le altre, fuggite o nascondetevi

10. Attenti alle fermate, perché nei piccoli paesi il treno si ferma anche solo un minuto. E riparte anche senza di voi

11. Contro eventuali incursioni ladresche è possibile chiudersi dentro gli scompartimenti lasciando aperto solo uno spiraglio (sì, se vogliono vi addormentano ma poi non riescono a entrare…)

12. I russi di una certa età sono tutti melomani, studiatevi almeno le trame di un paio d’opere italiane per non fare figuracce

13. Se siete sopra i trenta e single, inventatevi una moglie – o un marito – e almeno un paio di figli (con foto) altrimenti vi guarderanno con aria sbalordita

14. Sui treni a lunga percorrenza, cercate di non ricreare il Club degli stranieri in viaggio ma di mischiarvi con i viaggiatori locali, sarà molto più divertente

15. Non fate gli spiritosi con le provodnitse, possono essere molto poco simpatiche

16. Quando non sapete cosa fare, gesticolate – e incrociate le dita

17. Rispettate i vecchi, non irrideteli per nessun motivo al mondo

18. Le minestre (o le paste) liofilizzate russe sono immangiabili: siete avvisati…

19. Su molti treni la filodiffusione di muzikapopsa sparata a tutto volume vi darà la sveglia

20. La zona del lago Bajkal è forse la più bella: non trascuratela

21. A volte sui treni avvengono strani traffici: giratevi dall’altra parte

22. Le babuske vendono pelmeni (ravioloni ripieni di carne o verdure) caldi in brodo alle fermate: assaggiateli

23. Spegnete il cellulare, almeno qui: siete in culo al mondo, godetevelo

24. Gli alberghi sono perlopiù casermoni senz’anima, cercate la sistemazione B&B e non la rimpiangerete

25. Se potete e avete tempo, non fermatevi solo nelle grandi città, ma osate uno stop in un luogo piccolo e insignificante: sarà un’esperienza…

26. Sui treni si dorme (e si dormicchia) a tutte le ore, anche in pieno giorno

27. Da Mosca a Ekaterinburg, il paesaggio dai finestrini è noiosissimo, ma non sarà sempre così

28. Leggete qualche polpettone russo dell’Ottocento

29. Un coltellino svizzero vi sarà utilissimo

30. La risposta è: sì, troverete comunque modo di lavarvi decentemente anche in treno