Tempo di lettura: 1 min

La principale causa dell’erosione delle coste è la mancanza di sedimenti nei fiumi che raggiungono il litorale. Questi sedimenti sono essenziali per alimentare le spiagge e contrastare l’azione del mare. Purtroppo, negli ultimi decenni, la quantità di sedimenti è diminuita a causa di sbarramenti ed estrazioni di inerti dai fiumi. Questo ha portato a un deficit di sabbia che non viene più compensato.

Le coste venete sono caratterizzate da una morfologia sabbiosa con una pendenza debole. Questo le rende particolarmente vulnerabili all’erosione. Possiamo distinguere due zone principali: la zona orientale, dove si trovano le località turistiche più famose come Bibione, Lignano e Jesolo, e la zona sud, dove si trovano aree di grande valore ambientale come il Delta del Po e la laguna di Venezia.

Per contrastare l’erosione, sono stati realizzati diversi tipi di interventi. Tra questi, ci sono le opere rigide, come gli argini e le dighe, che hanno lo scopo di proteggere la costa da eventi estremi. Ci sono anche le barriere sommerse e i pennelli, che sono strutture perpendicolari alla costa che servono a deviare le correnti e a trattenere la sabbia. Infine, ci sono gli interventi di ripascimento, che consistono nell’apportare sedimenti da zone di accumulo o da cave per ricostituire le spiagge.

Sei seguito l’intervista integrale del Professore Piero Ruol, docente di ingegneria marittima e costiera dell’Università degli studi di Padova:

Articolo, riprese e montaggio di Marco Barretta

Articolo precedenteGli impatti antropici sul Fiume Piave
Articolo successivoPiemonte – un nuovo contratto tra uomo e natura
Marco Barretta
Marco Barretta è documentarista e autore romano che da vari anni si occupa di progetti complessi di comunicazione visiva e transmediale. È stato regista del documentario Race Around Ireland, poi trasmesso da Sky Bike Channel, e autore e direttore della fotografia del documentario “Habitats - la geografia degli altri”. È inoltre uno degli autori del progetto Adaptation, dedicato all’adattamento al cambiamento climatico e prodotto in collaborazione con The Trip Agency e che vanta media partnerships con enti governativi e grandi aziende private. Barretta è anche pilota di droni professionista, fotografo certificato Google Maps e diplomato Direttore della Fotografia presso la Vision Academy. Ha esperienza nell’utilizzo di tecnologie innovative quali video e foto a 360 gradi e della Realtà Virtuale, soprattutto in occasione di mostre ed eventi. In qualità di autore di comics ha scritto delle graphic novel per case editrici di livello internazionale quali Panini Comics e Tunué, vincendo anche il premio Boscarato dedicato al miglior fumetto per ragazzi.