Ad Anversa degli Abruzzi si fa Transumanza partecipata da un turismo responsabile per conoscere una pratica che è in nomina per il Patrimonio materiale e immateriale dell’UNESCOUn’esperienza che ferma il tempo e mette in contatto con la natura.

Il 27 marzo 2018 la Transumanza è stata messa in nomina come Patrimonio materiale e immateriale dell’Unesco ed entro novembre 2019 si saprà se ne farà parte. Questa nomina potrebbe portare conoscenza, valorizzazione e mantenimento dell’antica pratica della transumanza, importante da tramandare. 

Il bioagriturismo la Porta dei Parchi, in Abruzzo, che si trova ad Anversa degli Abruzzi nella valle del Sagittario, offre la possibilità ad un turismo responsabile di seguire la transumanza. Questa esperienza permette di camminare a passo lento seguendo il pastore con il suo gregge, fare un percorso in mezzo alla natura e gli animali apprezzando una pratica antica, con la guida importante di un pastore, figura che porta con sè una storia millenaria.


Se nel 2019 la Transumanza entrerà a fare parte del Patrimonio dell’UNESCO si avrà maggiore tutela di tutto questo patrimonio.
Questa pratica ha origini remote, la conoscenza e la preservazione stessa rappresenta la tutela delle origini della civiltà italiana, della storia, della sua geografia, come ogni pratica antica va rispettata, conosciuta e valorizzata.

di Simona Paleari