Posts in category Racconti di viaggio


Carlotta_Caroli_spose_dello_Zambia_the_trip_magazine (8)
AfricaAntropologiaArte&culturaFoodRacconti di viaggio

Zenzero, zafferano e cumino

Sarà per tutto il misticismo che circonda il rituale della preparazione del cibo in Zambia – dove la cucina tradizionale è un fuoco all’aperto e il pasto un piatto di polenta da mangiare con le mani dopo che, con le stesse, la polenta è stata adeguatamente lavorata – che il “Kitchen party” diventa il momento più traboccante di significato nella vita di ogni donna “che si rispetti” (cioè una donna sposata). E quando si parla di spose zambiane meglio rimuovere l’idea della gioia incontenibile delle spose occidentali che sorridono e si pavoneggiano e danzano a testa alta, pancia in dentro e petto in fuori.

Read more 0 Comments
Pink dolphin (Inia geoffrensis)
Racconti di viaggioSud America

Amazzonia: delfini rosa, piranha e anaconde

Il delfino dell’Amazzonia è uno delle cinque specie di delfini di acqua dolce che si possono trovare nella foresta più grande del mondo. Può arrivare fino a tre metri di lunghezza per 150 kg. Le pinne laterali sono grandi rispetto al corpo, mentre quella dorsale è molto piccola. Le vertebre del collo non sono saldate, permettendogli una maggiore rapidità. Il suo colore, che lo rende così suggestivo, è dovuto alle sostanze naturali che si trovano nelle acque del fiume che, a contatto con la pelle di questo mammifero, schiariscono il suo colore naturale, il grigio.

Read more 0 Comments
OnTheWayToJumaLodgeCropped8
Racconti di viaggio

Amazzonia

– Rio Negro – 25.07.2010 Si cambia completamente registro! Dopo una notte passata sulla terrazza dell’aeroporto a combattere con gli insetti cercando di dormire, veniamo prelevati verso le 6 di mattina da un simpatico ometto con gli occhiali. Il nostro traghettatore, attraverso un fantastico tragitto, ci conduce dopo un’ora di …

Read more 2 Comments
Matteo_Armellini_australia_coober_pedy_the_trip_magazine (1)
OceaniaRacconti di viaggio

Coober Pedy the opal’s capital

Il giorno nel deserto è così lungo che sembra non finire mai, la sveglia è dettata dal sole e dal caldo che invade ogni mattina il nostro van. All’aria aperta non riusciamo mai a vedere i nostri volti, coperti dalle sciarpe e dagli occhiali stretti per difenderci dalle mosche che si aggrappano sulla pelle in cerca di liquidi. Le devi prendere con la mano e staccartele di dosso, sei completamente invaso e la maggior parte delle volte non riesci nemmeno ad ammirare con tranquillità i paesaggi ed i colori della natura che ti circondano.

Read more 0 Comments