Posts tagged india


mumbai
AsiaRacconti di viaggio

Mumbai

Sono stanca di leggere gli odori, la povertà, la ricchezza, la polvere, la sporcizia, le latrine, la pioggia, il sudore, i mendicanti, gli sciancati, i ciechi, i senzatetto, le puttane, gli slum, Bollywood, il curry, le mucche sacre, i cani morti, il traffico, lo smog, i colori, le fregature, gli incantatori di serpenti, i baba, i taxi, i clacson.

Read more 0 Comments
Swimming elephants-Oliver-Blaise
AsiaRacconti di viaggio

Direzione Havelock

South, Middle e North Andaman sono le tre isole più grandi che formano la spina dorsale dell’arcipelago. Intorno a queste una miriade di altre più piccole, la maggior parte non visitabili. Esistono infatti ancora tribù autoctone che vivono isolate dal resto del mondo, talmente a contatto con la natura che durante lo tsunami del 2004 molte riuscirono a salvarsi seguendo le formiche fino in cima a un monte.

Read more 0 Comments
3_Durga Pooja, Kolkata
AsiaRacconti di viaggio

A casa del baba

Quando si sente parlare di viaggio spirituale non si può far a meno di pensare all’India. Vengono in mente i primi figli dei fiori, che negli anni Sessanta partivano con la corona di margherite in testa per cercare loro stessi sulle montagne o nei deserti indiani. Quest’immagine mi faceva sorridere. Trovavo alquanto banale e scontata l’idea di andare in India per cercare qualcosa, spesso senza sapere nemmeno bene cosa. Mi sono dovuta ricredere.

Read more 2 Comments
AsiaRacconti di viaggio

Lettera dall’inferno

Tomaso Bruno e Elisabetta Boncompagni sono detenuti nel carcere di Varanasi dal 7 febbraio 2010 con l’accusa di aver ucciso il loro compagno di viaggio e amico Francesco Montis. Il ragazzo è stato trovato senza vita la mattina del 4 febbraio 2010 nella camera di albergo che divideva con i suoi amici. Dopo un processo durato 19 mesi – tra ritardi, continui rinvii, contraddizioni e una discutibile autopsia (sembra sia stata condotta da un oculista e non da un patologo) – i due sono stati condannati all’ergastolo. All’inizio di marzo 2012 è stata respinta la richiesta di scarcerazione su cauzione per i due ragazzi. La scelta di pubblicare un racconto di viaggio così particolare e drammatico è dettata dalla voglia di dar voce a chi in questo momento ne ha fin troppo poca.

Read more 0 Comments